Associazione Mutualistica Gemelli


Vai ai contenuti

Menu principale:


VERBALE DELL'ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI ASSOCIATI DEL 09/05/2019
Alle ore 15.00, del giorno 09/05/2019, presso l’Aula 716 del Policlinico Agostino Gemelli, considerata l’affluenza in aula, il Presidente dell’Associazione Mutualistica A. Gemelli, Sig. Massimo Iafrate, dichiara aperta l’Assemblea Ordinaria degli associati per discutere e deliberare in ordine ai diversi punti iscritti all’ordine del giorno.
Dopo un breve saluto, il Presidente dell’Associazione, chiede all’Assemblea di nominare il “Presidente dell’Assemblea”, il quale che viene identificato nella persona del Sig. Ennio Guerri (nominato nella carica per l’assemblea per alzata di mano, all’unanimità) e nella persona del Sig. Marcello Papagno in qualità di segretario
Il Presidente dell’Assemblea Ordinaria, contati gli associati presenti nel numero di 31, portatori di 7 deleghe, come da specifico verbale di presenza, invita il Sig. Andrea Bonanni, in qualità di Garante per il voto per corrispondenza, di procedere con lo spoglio delle schede di voto da lui raccolte e verbalizzate in separato elenco, al fine di poter redigere entro la fine dell’Assemblea il consuntivo delle decisioni votate in Assemblea.
Il Presidente dell’Assemblea cede la parola al Sig. Marco Valerio Bracaglia, in qualità di legale rappresentante della Soc.EssG-Beta Sas, che cura l’amministrazione dell’Associazione affinché esponga in sintesi le diverse poste di composizione del rendiconto di chiusura dell’Associazione.
Il Sig.Bracaglia, con l’aiuto della proiezione di alcune schede di riepilogo, allegate al presente verbale in quanto facenti parte integrante dei dati ratificati dall’Assemblea rappresenta i dati di chiusura d’esercizio, sottolineando solo alcune poste significative che si riassumono in una marginale riduzione del numero e del valore complessivo delle anticipazioni in corso. Su questo tema però ci si aspetta un significativo impulso di crescita dovuto alla lodevole iniziativa deliberata già nella precedente assemblea di ridurre il tasso interno di riferimento, fissato ora al 3,5% contro il 4,5% del 2018. Anzi considerati i volumi registrati in questo primo scorcio del 2019, il Sig. Bracaglia accenna all’esigenza di procedere, in un prossimo futuro, a destinare ad accantonamenti delle quote personali in una percentuale inferiore, al fine di riuscire a far fronte alle richieste di rinegoziazione di nuove anticipazioni. Un altro punto rilevante, all’attivo, è rappresentato dal consolidamento dell’importo relativo ai crediti dubbi derivati dalle pratiche legali a recupero giudiziario e stragiudiziario. Al fine di chiarire i diversi articolati aspetti delle numerose pratiche che compongono le rilevanti cifre iscritte a bilancio, il sig. Bracaglia passa la parola all’Avvocato Gino Dott. Bazzani il quale segue le attività legali dell’Associazione in ambito penale e civile.
L’Avv. Bazzani, presa la parola, chiarisce meglio la situazione distinguendo nettamente le diverse attività legali in atto. Specifica che le diverse azioni penali, avviate a suo tempo, ossia nel 2016, per effetto delle attività di revisione contabile ed amministrativa, animate dal nuovo corso manageriale (CdA) dell’Associazione, in contrasto con i precedenti amministratori in occasione del passaggio di consegne del 2014, stanno proseguendo, sotto l’egida del Pubblico Ministero incaricato; in questo ambito l’Associazione deve rispettare l’attesa necessaria per le successive eventuali azioni, rappresentate, nell’eventualità di rinvio a giudizio dei responsabili, di costituirsi parte civile nel corso dell’istruendo processo.
Viceversa in ambito civile, considerata la natura legale degli ammanchi rilevati, lo stesso Avv.Bazzani ha confermato di aver già dato corso agli atti di citazione, le cui udienze si terranno a breve, contro i precedenti amministratori. Nel contempo l’Avv.Bazzani ha confermato quanto già espresso in precedenza riguardo la possibilità di giungere, sebbene nei tempi e nei modi correnti da parte dell’Amministrazione Giudiziaria, al recupero, seppure parziale, delle cifre contestate.
Del resto, come evidenziato nelle diverse poste di bilancio, si sono registrati, nei precedenti esercizi e confermati anche in questo esercizio, dei recuperi legali sia in ambito giudiziario che stragiudiziario.
Il Sig. Bracaglia ripresa la parola espone brevemente alcune particolari voci del passivo dal quale si evince il considerevole importo rappresentato dalla sommatoria degli accantonamenti di proprietà degli associati. Su tali valori lo stesso Sig. Bracaglia richiama l’attenzione degli associati per considerare il potenziale negativo evento riguardante la significativa quantità di associati che con ogni probabilità dovranno dimettersi nel prossimo esercizio per effetto delle nuove norme sul pre-pensionamento e pensionamento dei dipendenti, che raggiungono la quota 100. Tuttavia, lo stesso fa notare come tale più sfavorevole eventualità è largamente controbilanciata dai prudenziali accantonamenti già effettuati presso la Banca del Fucino.
In ultimo lo stesso Sig. Bracaglia evidenzia, tra le voci dell’attivo, l’iscrizione del valore relativo all’acquisizione dell’immobile, pervenuto all’Associazione per atto di donazione dalla famiglia Vetrone; su questo punto considerati gli specifici punti all’Ordine del Giorno che comportano votazione sulle singole proposte il Sig. Bracaglia termina il suo intervento cedendo la parola al Presidente dell’assemblea. Alcuni associati hanno chiesto chiarimenti sulla donazione registrata e il Presidente dell’Assemblea Sig. Guerri, cede la parola al Presidente dell’Associaizone Sig. Iafrate che ben informato sul tema relaziona ai richiedenti, rispondendo alle diverse domande. Emerge che l’immobile, già acquisito e presentato nell’Assemblea di novembre del 2018, è pervenuto nella proprietà dell’Associazione in data 24/10/2018 per atto del Notaio Merlino. L’immobile rientra quindi nella gestione operativa dell’Associazione, che attraverso iniziative amministrative e contabili della stessa Associazione, si provvederà a renderlo disponibile, per brevi periodi, cioè ad uso turistico e ricreativo, agli stessi associati. Il Presidente ricorda che questa è l’unica possibilità di beneficiare del suddetto immobile, sia perché resta esclusa ogni attività speculativa, che si configurerebbe nel caso di vendita, sia perché resta esclusa anche ogni attività di reddito, visto che l’Associazione non è un ente commerciale e non persegue fini di lucro.
Sul tema si apre un articolato dibattito, vieppiù animato dopo la lettura del nuovo regolamento, integrato nel Regolamento Attuativo Generale 2019. Interviene l’Associato Claudio Aurili che chiede se per approvare questo speciale regolamento non sia necessaria la maggioranza degli associati, ma il Sig. Bracaglia ha replicato che solo la modifica dello statuto prevede l’indizione dell’Assemblea Straordinaria. Lo stesso chiarisce anche che la presentazione, sia del regolamento che dei rispettivi fondi di gestione, sono temi soggetti a votazione da parte dell’Assemblea e che dunque la maggioranza ha modo di respingere o modificare le proposte presentate in assemblea. Fermo restando che tutti gli articoli proposti, nel palese interesse della pluralità, non intravedendosi in nessuno degli articoli proposti elementi di discriminazione o viceversa favoritismi in favore di alcuno sono stati redatti in conformità delle norme di legge e nel rispetto dei regolamenti per attività assimilabili, per fini ed obiettivi, a quelli perseguita dall’Associazione Mutualistica A. Gemelli. Dunque gli associati oltre accettare o respingere tali proposte possono, in occasione della prossima assemblea, generalmente indetta a novembre di ogni anno, proporre a loro volta modifiche od integrazioni secondo le esperienze consolidate nell’attuazione del regolamento presentato in questa sede.
Il Presidente dell’Assemblea, esauriti i temi in discussione, cede di nuovo la parola al Sig. Bracaglia, affinché esponga, per i successivi voti di approvazione, i diversi metodi di divisione dei fondi speciali da attribuire alle diverse voci statutarie. Il Sig. Bracaglia propone diverse schede di votazione, con diverse opzioni di scelta; affinché gli associati possano optare per le più diverse ed articolate soluzioni. Alcuni associati chiedono delucidazioni per poter operare la scelta in maniera ottimale e il Sig. Bracaglia esplicita con diversi esempi i risultati conseguenti alle diverse facoltà di scelta. Si registra l’oculato intervento dell’associato Mirko Miss che fa notare che nessuno dei componenti del Consiglio di Amministrazione può votare sulle tematiche sottoposte all’Assemblea e quindi il Presidente ne prende atto stralciando dal computo dei voti i nominativi appartenenti al CdA. Nella tabella sotto indicata si riassumono le diverse opportunità di scelta.
A questo punto alcuni associati chiedono chiarimenti prima di votare la scelta dell’importo da destinare alla gestione degli immobili, al fine di capire se per renderlo frequentabile sia necessario fare interventi di ristrutturazione e se del caso di quale entità. Il Presidente dell’Associazione Sig. Iafrate, risponde che dalle foto, pubblicate già dal mese di novembre dello scorso anno, nel sito dell’Associazione si capisce lo stato dell’immobile, confermando che sono necessarie solo attività di ordinaria manutenzione e rinnovo di mobilio, suppellettili, per quanto opportuno sembra procedere alla sostituzione dei sanitari e della cucina.
Nella stessa tabella si riportano anche i valori rilevati dopo la raccolta di voto in aula e lo spoglio delle schede pervenute per corrispondenza.




Terminata la complessa raccolta dei voti il Presidente dell’Assemblea passa la parola al Sig. Domenico Li Sacchi, quale associato anziano appartenente al Consiglio di Amministrazione, per la lettura dei diversi articoli del Regolamento 2019.
L’Assemblea, per brevità, decide di leggere soltanto gli articoli modificati od introdotti ex novo ed evidenziati in grassetto nel testo allegato al Bilancio 2018 in sintesi allegato anche al presente verbale.
Infine per quanto riguarda il punto “Eventuali e Varie” nelle voce scritte in calce all’Ordine del Giorno, il Presidente dell’Associazione Sig. Iafrate spiega che l’intervento dell’Associazione, a sostegno di quegli associati, che colpiti da gravi malattie sono costretti a lunghi periodi di assenza, e che in conseguenza di questo loro particolare stato subiscono trattenute in busta paga cosicché la stessa risulti praticamente azzerata, è possibile tale intervento, peraltro già deliberato nell’Assemblea Ordinaria di Novembre 2018, soltanto dopo adeguata presentazione di documentazione medica a conferma dello stato di disagio, e in alternativa ad altre forme previdenziali erogate da altri enti; comunque limitata ad euro 500,00 mensili.
Prima della chiusura dei lavori prende la parola il Sig. Gianluca Doddi, il quale propone di prendere in esame l’opportunità di invitare, incentivare o addirittura spingere, gli associati che non hanno richiesto anticipazioni negli ultimi 5/6 anni a partecipare alla vita finanziaria dell’Associazione impegnandosi anche nel settore delle anticipazioni; soprattutto perché va considerato che gli utili di esercizio dell’Associazione sono rappresentati dagli interessi pagati solo da coloro che beneficiano di anticipazioni, mentre tutti gli associati beneficiano delle sovvenzioni, rimborsi e rivalutazioni. Alcuni associati replicano che non trovano giusto, né opportuno forzare chi non è interessato a sottoscrivere un impegno finanziario, né è opportuno rendere penalizzante il cumulo dei soli accantonamenti poiché si rischierebbe il disimpegno di moltissimi associati che ora comunque mettono a disposizione tali accantonamenti, affinché altri associati ne beneficino in forma di piccolo prestito. Interviene sul tema anche il Dott. Maurizio Paniccia, rappresentante della società Pan Works Srl che gestisce la fiscalità dell’Associazione Mutualistica A. Gemelli, il quale ricorda a tutti i presenti che tale schema finanziario è lo stesso di quello presente nelle banche, dove i clienti depositanti, non interessati a richiedere mutui o prestiti, mettono a disposizione, di chi ne ha necessità, le loro disponibilità economiche; ovviamente ricavandone un interesse che in qualche modo è assimilabile alle rivalutazioni perequative applicate agli accantonamenti dall’Associazione in sede di chiusura di esercizio. Interviene nuovamente il Sig. Claudio Aurili per far notare che l’aver concesso, come deliberato nella precedente assemblea ordinaria, di versare arbitrariamente agli associati importi variabili da 40 a 55 Euro mensili, potrebbe configurare un implicita attività di sperequazione tra gli associati stessi; soprattutto considerato che l’aumento storico degli accantonamenti incide sulla concessione delle anticipazione, con l’attuale formula di calcolo riportata nel Regolamento. Il Sig. Bracaglia risponde che in concreto, applicando la formula citata, che prevede comunque un arrotondamento per eccesso ai 1.000,00 euro superiori e il tassativo limite di euro 30.000,00 e l’ulteriore limitazione di non poter superare il triplo degli importi accantonati, non si possono configurare casi reali con significative o rilevanti differenze di risultato finale. Peraltro ricorda ai presenti che in precedenza si applicava la “tabella punti” che in qualche modo rendeva ancor meno conforme e corretto, per il singolo richiedente, il parametro utilizzato per la concessione di piccoli prestiti; infatti venivano utilizzati solo i punti commisurati all’anzianità di adesione all’associazione, invece di legare l’erogazione a diversi parametri, più completi e corretti per valutare la posizione finanziaria dell’associato.
Alle ore 16.45 non essendoci più nulla da discutere, Il Presidente chiude l’Assemblea.
Segue elenco firme delegati (Cfr.documento scaricabile alla pagina "Informative"

NEWS ED AGGIORNAMENTI

09/05/2019 - Delibera dell'Assemblea Ordinaria - Approvazione bilancio e ratifica fondi.
Il CdA comunica che il giorno 09/05/2019, si è tenuta la votazione sui temi all'ordine del giorno, con relativa ratifica della destinazione dei fondi alle voci contabili di pertinenza. Pertanto, a breve, la società di revisione ed amministrazione provvederà, di concerto con i professionisti incaricati della gestione fiscale dell'Associazione, a produrre le certificazioni personali per l'annualità 2018, con conseguente caricamento delle cifre di pertinenza nei conti personali di ogni associato. Si invitano tutti gli aventi diritto a verificare la corretta imputazione dei suddetti importi, segnalando tempestivamente eventuali anomalie od errori. L'Amministrazione dell'Associazione è a disposizione per fornire ogni chiarimento in merito.

22/11/2018 - Delibere dell'Assemblea Ordinaria degli Associati.

Si rende noto che l'Assemblea del 22/11 u.s. ha deliberato, in regolare votazione, riguardo l'istituzione di altre forme di erogazione di sussidi e rimborsi in favore degli associati. Sono stati approvate oltre le quattro sovvenzioni speciali già inessere (rimborso costi parcheggio interno, rimborso costo mensa, rimborso spese mediche specialistiche personali, rimborso spese personali per cure riabilitative e cura della persona) anche altre due voci speciali riguardanti il rimborso di spese scolastiche e il rimborso delle spese per abbonamenti al trasporto pubblico. Le modalità di pagamento saranno definite con l'emissione di un Regolamento speciale che sarà pubblicato in questo sito alla pagina "Informative". La decorrenza dei pagamenti di queste sovvenzioni è stata fissata al 01/02/2018 con le modalità previste nel suddetto Regolamento attuativo.
Gli importi destinati in assemblea e di pertinenza di ogni associato è già evidenziato nell'estratto conto personale sotto la voce "Rimborsi 2017".
E' stata deliberata anche la modifica del tasso di interesse applicato alle anticipazioni erogate agli associati.
Il nuovo tasso è stato fissato al 3,5%, con una riduzione netta di un punto percentuale. Tutti gli interesati a ottenere l'adeguamento della propria anticipazione in corso sono invitati a richiedere la rinegoziazione, negli orari di sportello. Vi invitiamo a consultare la pagina principale, qui a fianco, nella quale sono indicate le modalità con le quali fruire delle nuove iniziative.
Infine è stato deliberato di incrementare anche la quota mensile personale di accantonamento in maniera facoltativa. Pertanto, fermo restando che chi non è interessato a variare lo stato atuale non è tenuto ad attivarsi, viceversa chi intende incrementare i propri accantonamenti mensili, a scaglioni di cinque Euro, fino ad massimo di Euro 55,00, troverà le specifiche indicazioni nella pagina citata.
Infine il Presidente dell'Associazione ha comunicato agli associati che è stato donato un immobile all'Associazione, con atto notarile registrato. Presto sarà dato conto delle iniziative correlate necessarie alla gestione dell'immobile donato.

30/08/2018 - Certificazioni fiscali personali anno 2017

Sono disponibili le certificazioni fiscali individuali che ogni associato puo' stampare accedendo alla sua pagina personale con le modalita' previste dalla normativa interna.
Si ricorda agli interessati che tali "redditi" non sono soggetti a dichiarazione in quanto l'Associazione ha gia' espletato le incombenze fiscali, rappresentando "sostituto d'imposta" nei confronti di tutti gli associati beneficiari della rivalutazione perequativa degli accantonamenti storici pluriennali. Dunque ogni associato è sollevato da qualsiasi incombenza fiscale, salvo la conservazione della citata certificazione che restera' comunque disponibile nel sito dell'Associazione per cinque anni.

28/05/2018 - Adeguamento normativa GDPR N.679/2016 UE

Alla nuova pagina "Privacy" nel menù laterale sono disponibili tutte le informazioni relative all'adeguamento dell'associazione, sia dal punto di vista informatico che amministrativo riguardo la trattazione, conservazione e gestione dei dati personali degli associati. Gli interessati, a norma di Legge sono invitati a vericare la necessità di sottoscrivere l'adeguata manleva al fine di mantenere il rapporto associativo.


Associazione Mutualistica Personale Gemelli

Torna ai contenuti | Torna al menu